50 anni di presenza in Guatemala!

in Eventi

IMG 20191202 WA0004Ieri, 1 Dicembre, prima domenica di Avvento, è stata una giornata speciale per il nostro Istituto in Guatemala: le popolazioni, che nel corso degli anni hanno conosciuto le Suore della Sacra Famiglia, hanno fatto loro corona in Guatemala Città per festeggiare i 50 anni della nostra presenza. E' stata una grande festa, densa di emozioni e di tanta gente, amica e grata per quanto le Suore hanno donato con amore in questa storia intessuta grazia, di gioie e dolori condivisi con il popolo guatemalteco, da Estenzuela a Porto Barios, dal Peten a San Juan Cotzal, dalle città ai villaggi più lontani. Festa di danze e colori, così come il popolo guatemalteco sa mettere insieme in modo elegante e stupendo.Erano presenti il Vescovo, alcuni amici Sacerdoti, don Luis Vielman, Missionario Bonilliano della Sacra Famiglia, che attualmente vive in Italia; le Sorelle delle due Comunità del Guatemala, ma anche le Sorelle della Comunità del Salvador, che insieme compongono la Delegazione Guatemala-Salvador. Ma erano presenti anche sr Danila Santucci e sr Franca Scialli, in rappresentanza di alcune Sorelle che ora sono in Italia, ma che lì hanno speso lunghi anni della loro vita. benediciamo e ringraziamo ancor ail Signore che cidà la gioia di fare di tutto il mondo la Famiglia di Dio!

"CurArti". Presentazione del Calendario Po.Tre.Mo. a Trevi (PG)

in Eventi

IMG 20191201 WA0073Ieri, 30 Novembre 2019, presso il Santuario Madonna delle Lacrime a Trevi (PG), è stato presentato il Calendario CurArti,  realizzato dai tre Istituti per disabili Po.Tre.Mo. (ovvero Pozzuolo (PG), Trevi (PG) e Montepincio (PG)). Un'iniziativa ormai consolidata, che diventa sempre più eloquente e gradita, non solo da chi la realizza e da tutti i professionisti e gli operatori delle tre Case, ma anche dalle città di Trevi, Pozzuolo e Spoleto, che hanno partecipato numerosi. Di seguito, l'intervento della Dott.ssa Valeria Rossi, pedagogista nel centro di Trevi.

“E' il tempo che tu hai perduto per la tua rosa che ha fatto la tua rosa così importante!” diceva la volpe al Piccolo Principe…

Perduto… ci sforziamo di solito di sostituirlo con speso… impiegato… dedicato… per sottolineare che quando credi in qualcuno, gli vuoi bene… il tempo per lui e con lui è sempre un tempo fruttuoso e ricco… anche se non sempre nel senso che vorresti o che ti aspetteresti…

Ma la volpe usa perduto... Accettare di correre il rischio di perdere tempo per qualcuno... esserci nonostante tutto… restare nonostante l’impotenza…

questo fa la differenza…

essere disposti a rischiare di rimetterci… questo lo facciamo solo se teniamo a qualcuno…

Allegati:
Scarica questo file (invito presentazione calendario 2020.pdf)Locandina[ ]793 kB

Battezzati e inviati

in Eventi

Battezzati e inviatiDomenica 20 Ottobre 2019 si Celebra la Giornata Missionaria Mondiale, in questo mese straordinario indetto dal Papa. E' l'occasione non solo per pregare per tutti i/le missionari/e nel mondo o per sensibilizzarci alla carità per i poveri e all'accoglienza dei popoli, ma anche per riscoprire e rinvigorire la nostra missionarietà, insita nella vocazione battesimale. Tutti i battezzati - ci ricorda Francesco - siamo inviati ad annunciare l'amore del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo, tutti i battezzati siamo chiamati e inviati a testimoniare la Carità dellla Trinità che si prende cura di ogni figlio/a senza distinzione di razza, popoli, culture, lingue, stato sociale ... Anche le Suore della Sacra Famiglia di Spoleto,  in questa giornata, benedicono Dio-Famiglia per lo slancio missionario donato alla Famiglia religiosa nel raggiungere 4 Continenti e pregano perchè la Sacra Famiglia sia da tutti i popoli conosciuta, amata, pregata. Condividiamo con voi un piccolo e semplice video, nel quale si raccoglie brevemente l'opera di carità ed evangelizzazione delle Suore della Sacra Famiglia in Italia, America Latina, Africa, India.

Vai a video gallery: la notte dei Santuari - missione

Dalla Multiculturalità all'Interculturalità. Le Superiore si proiettano

in Eventi

IMG 20191002 WA0046Dal 30 Settembre al 2 Ottobre 2019, le Superiore delle Suore della Sacra Famiglia di Spoleto, delle Comunità italiane si sono incontrate per iniziare insieme il nuovo anno socio-pastorale dell'Istituto che ha come obbiettivo: Crescere nella qualità umana delle relazioni e nella cultura di una fraternità senza frontiere. Tutte presenti! Sia le Superiore riconfermate nel loro incarico, sia le tante di prima nomina, come anche le due Superiore Delegate in Italia hanno potuto prendere visione delle linee del progetto annuale per poter aiutare le loro Comunità a farle proprie e così camminare verso l'obbiettivo, sintetizzato nello slogan: Umanizzare.

Pastorale Familiare, oggi: sfida per le Suore della Sacra Famiglia di Spoleto

in Eventi

IMG 20190927 172330Il 27 e 28 Settembre 2019, le Suore della S. Famiglia di Spoleto si sono date appuntamento a Spoleto, presso l'Istituto Nazareno, per due giorni di riflessione sulla Pastorale Familiare, loro priorità apostolica. Ha aperto la riflessione don Paolo Gentili, Direttore nazionale dell'Ufficio di Pastorale Familiare della CEI, attraverso una panoramica su "Le sfide della Pastorale Familiare, oggi, alla luce dell'Amoris Laetitia".

Locus Lucis

in Eventi

IMG 20190602 WA0010Come da organizzazione Nazionale, la notte tra l'1 e il 2 Giugno 2019, anche nel Santuario del beato Pietro Bonilli, a Cannaiola (PG), ha avuto luogo una Veglia davvero singolare, partecipata, "movimentata". Preparata dalla Comunità delle Suore della S. Famiglia di Spoleto, che vive a Cannaiola, con la collaborazione di don Sem, rettore del Santuario, dei seminaristi, dell'Oratorio di Cortaccione (PG) e dei gruppi del Rinnovamento nello Spirito, la celebrazione ha avuto inizio dai "luoghi" del Beato Pietro Bonilli, cui è intitolato il Santuario. Si è snodato, così, un "pellegrinaggio" dalla cappella della Casa, a sottolineare la centralità di Cristo nella vita del Beato, all'antico tinello dell'epoca, in cui don Pietro, le prime Suore e le prime orfane condividevano la mensa, senza dimenticare i poveri, in quanto lì c'è ancora "la finestra della Provvidenza", piccola apertura che si affacciava sulla strada e su cui non mancavano mai un tozzo di pane e un po’ d'acqua per i poveri che passavano di lì.

IMG 20190602 WA0022

Video Gallery

Rivista Nazaret